lunedì 9 aprile 2012

DELIANUOVA : PALAZZO GRECO (giardino interno)

Palazzo Greco

2 commenti:

  1. E' l'esatta raffigurazione del nostro attuale status...
    Grande passato, amaro presente: di degrado, abbandono, rassegnazione.
    Svegliati, vecchio cuore deliese!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo ma...mi chiedo se ci sia, adesso, un "vecchio cuore deliese".
      Aggiungo, alle tue, altre aggettivazioni, se lo permetti.
      Il presente è intriso anche di prevaricazione, rovesciamento del concetto di "valore", totale chiusura al prossimo, correlata chiusura ad ogni progetto (?) di crescita.
      Lo dimostra l'inarrestabile e palpabile emorragia di cervelli - singoli, famiglie, gruppi - verso altre realtà.
      Lo dimostra l'insensibilità di chi rimane, tirando a campare.
      Ad oggi, ed è il 10/10/2015, nulla è cambiato, se non in peggio da quando hai scritto sul post.
      Se dai un'occhiata a Piazza Marconi non puoi non notare la brutale violenza usata contro maestosi alberi: tutti tagliati, in risposta ad una non meglio compresa "necessità tecnica per le apparecchiature di videosorveglianza".
      Si guarda e si tace.
      Si assiste impotenti, rassegnati, vinti, insomma allo "stupro" di pezzi della nostra storia.
      Piazza Assunta, anonima e senza alcuno sprazzo di verde.
      Villa Greco, appunto (gran parte della quale è oggi,per come ho visto, adibita a piazzale al servizio di una delle poche aziende rimaste a dar lavoro)ne è l'emblema, non il solo, purtroppo.
      Non c'è speranza, nè futuro: purtroppo, neanche presente a farci ricordare il passato.
      Non mi firmo, per reticenza.
      Ci vivo idealmente, perchè Delianova è nel mio cuore, pur dimorando in altro contesto.

      Elimina